Oggi si fa shopping!

Ma non il tipo di shopping che dà la soddisfazione piena come comprarsi una borsa nuova o un bel cappottino…. no, no.

Il fisioterapista ci ha consigliato di cambiare le sedie dell’ufficio.. quindi oggi abbiamo fatto quello che definirei uno shopping salutare.

Fino a qualche anno fa, più lo schienale della sedia era morbido e flessibile, più era efficace. Ora invece la nuova sedia ergonomica ha una sporgenza rientrante sullo schienale che serve per sostenere la zona lombare ed a favorire una posizione dritta e che segue la naturale curvatura della schiena.

Prima però di comprarne 10, abbiamo intenzione di comprarne una e provarla in ufficio. Faremo una rotazione di un’ora a testa, prima di votare per la nuova sedia. Siamo un ufficio democratico!

Io oggi quindi sono in missione design!

Appena arrivata in negozio l’ho riconosciuta subito: nera e aggressiva, in mezzo ad una moltitudine di sedie e sgabelli colorati…

ARIAL sedia

Poiché adoro il nostro fisioterapista, stiamo seguendo i suoi consigli, ma per quanto bravissimo rimane sempre un uomo … quindi ho provato in ogni caso anche tutte le altre sedie più carine e colorate che erano esposte.

Giuro che ne ho provate davvero tante, quella di pelle con lo schienale alto del tipo presidenziale era bellissima, ed avvolgente… stavo per farle una foto e mandarla al fisio per una seconda opzione…quando…ragionevolmente, ho deciso di provare prima anche la sedia salutare…

Ed in effetti mi si è aperto un mondo. La schiena si è subito adattata, il peso delle spalle si è spostato e un senso di leggerezza è stato subito percepibile.

Possibile che sia stata la sedia? Non è stato un improvviso profumo di brioche al cioccolato che si è sparso nel negozio?

Ho chiesto alla mia collega Lucy di provarla anche lei. Lei che era ancora spalmata nella sedia di pelle presidenziale.

“ Lucy provala anche tu!”

E l’ho vista, sedersi titubante e poi lasciarsi andare, “ Wow in effetti che comodità!! Che strana sensazione di benessere”

Che dire … aveva ragione il Fisio, dopo gli scrivo!

Quindi, felice ,sono andata dalla commessa a chiedere se ne avevano una imballata.

“No è l’ultima questa dell’esposizione” (ndr ovvio)

Benone e come faccio?

“Può smontarla? “

Mi ha guardato come se fossi pazza… “smontarla? Proprio no, non si può smontare.”

“Ah ….e ci sta sulla macchina? “

Ora davvero mi ha di nuovo guardato con occhi come se fossi una pazza

“ Bhe sinceramente signorina dipende che macchina ha lei. Se è venuta con una SMART direi di no”

mmmm ok , ho capito, poche chicchere in questo negozio.

Ho chiesto . “Gentilmente me le avvolge nel pluriball?”

Quindi vedo la commessa andarsene….e ritornare con un enorme rotolo di pluriball per avvolgere la sedia..

Ad operazione terminata ci siamo avviate alle cassa…. ma poi…abbiamo avvistato….delle splendide seggioline pieghevoli della Pantone…..rosa …verde acido….e fuxia…. il paradiso delle sedie!!

Ce n’era anche una gialla per la nostra collega Chiara!

Come potevo non comprarle? Lo so il fisioterapista si è raccomandato di comprare delle sedie adatte alla postura femminile. Ma io queste sedie mica le compro per sedermi….no…no… sono per le emergenze, per gli ospiti, per lo stile…ovvio no?

sedie-pantone-seletti
sedie Seletti, Pantone

Ho chiesto alla commessa: “ Gentilmente me le avvolge nel pluriball?”

Ad operazione conclusa mi stavo di nuovo avviando alla cassa….quando ho visto….una cassettiera…un esplosione di cassetti rosa! Su questi il fisioterapista non ha espresso nessuna riserva!! Posso comprarla senza sensi di colpa!

Ho chiesto : “ Gentilmente me le avvolge nel pluriball?”

La commessa ha sbuffato, povera la capisco…

“Si posso avvolgerla, ma ho bisogno di una mano per sollevarla…”

Io ovvio ero con il telefono a fotografare ogni angolo della cassettiera per condividerla su Instagram #milano643  #cassettiera  #rosa  #wow

Rispondo: “ Si…certo che l’aiuto,,,,un attimo…ora metto via il cellulare da qualche parte e l’aiuto….ecco…un attimo…dove posso metterlo? …ok,….eccomi….voilà”

Afferro la cassettiera, appoggio il cellulare da qualche parte e aiuto a sollevare la cassettiera sul tavolo con il pluriball.

Nel frattempo la mia collega Lucy mi teneva la borsa, il cappotto, e ogni altro accessorio che avevo portato.

Carichiamo tutto nel carrello e siamo super soddisfatte dei nostri acquisti, siamo cariche come muli di sedie e di pezzi di arredamento rosa. Il nostro ufficio ormai sembra casa di Barby.

Ci avvicinano alla cassa ed iniziamo a sperare che tutto ci stia in macchina. Avremo esagerato?

“Lucy che dici? Se non ci sta tutto rinunciamo a qualcosa? Esiste il diritto di recesso immediato? Dici che ce le spediscono ?”

Siamo in coda e intanto riflettiamo sul da farsi. Vabbè, chiamo in ufficio e chiedo se in caso qualcuno può raggiungerci in macchina, frugo nello zaino, dove ho messo il cellulare?

“Lucy hai tu il mio cellulare?”

Ehmmmm, entrambe iniziamo a frugare..

“Lucy puoi chiamarmi?”

Eccolo squilla…ma da dove? Ci guardiamo in torno e…da dove viene il suono??? Ed ecco…magia….la cassettiera squilla!

Scoppiamo a ridere….a dirotto, davanti agli occhi sconvolti della cassiera. La cassettiera tutta impacchettata con il pluriball continua a squillare. Il mio cellulare è nel terzo cassetto, lì dove l’ho furbescamente appoggiato!

“ Gentilmente signora, mi toglie il pluriball?!!!!!”

Non ve lo dico nemmeno come mi ha guardato!!

I riferimenti per rintracciare i protagonisti di questa storia.

LA SEDIA: ARIAL

LE SEDIE PIEGHEVOLI COLORARTE: PANTONE

IL SUPER TOP FISIOTERAPISTA che ti rimette a nuovo la schiena: FISIO TEAM

IL PLURIBALL: ovunque ci sia io!

Annunci