Ore 3:50 am

Suona la sveglia,  ma non serve, non ho chiuso occhio per paura di non sentirla. 

La vita di un’assistente stile non è  facile! E sopratutto è  insonne!

Ho ampiamente tempo per l’aereo…ma non ho ancora fatto le valige e starò a  Parigi per 2 settimane e quindi non è  facile decidere…sopratutto a luce spenta perché il fidanzato dorme nel lettone.

Come ogni volta metto i miei pantaloni preferiti (quelli di Givenchy) che mi fanno sembrare magra perché nascondono nell’ampiezza le curve. ..i miei nuovi tronchetti e una splendida maglia di Pablo con corpo in lana e maniche in voile trasparente….per 1 giorno il look è  perfetto…e per tutti gli altri??? Scatta l’accumulo selvaggio di tutto quello che mi piace nell’armadio così decido con calma a Parigi (calma a Parigi?????). 

Vabbé non posso mica accendergli la luce alle 4 di mattina.

Ovvio che c’è  lo sciopero selvaggio dei taxi. Quindi per andare alla navetta per Malpensa devo prendere la Car to go,  verifico sull’applicazione.  2 vetture proprio sotto casa mia. Perfetto.

Me la prendo con calma. Doccia. ..2 quintali di crema e profumo per avere odore di pulito anche al primo appuntamento che sarà tra 9 ore…prima consegna della fashion week.

Come ogni anno siamo in assoluto ritardo e siamo obbligati a consegnare a mano le collezioni direttamente ai clienti.  I campioni, se arrivassero in ritardo, sarebbe l’ennesima tragedia annunciata, quindi per evitare questi drammi pre sfilata,  noi sfilza di assistenti, consulenti e collaboratori stile ci prestiamo ad accompagnare per mano i nostri campioni che sfileranno durante la fashion week.

La mia valigia personale…è  in effetti minimalista…la valigia dei modelli esplode. 

Sono le 5 ed ancora ho un’ora prima della partenza prevista!

Mi preparo delle tartine ed una tisana allo zenzero fresco.

Sfoglio una rivista… e poi vado un bagno a lavarmi i denti.

Ed ecco che accade l’incredibile.

Per la prima volta in 10 anni…mi cade il tappo del dentifricio nel lavandino!

Non ci posso credere!

Ed ora truccata, vestita, pronta per la prima sfilata di Parigi. ..mi tocca trasformarmi in McGayver e trovare un modo di far uscire sto tappo. 

E dopo aver infilato le dita, lo spazzolino e una matita per gli occhi nel lavandino …la situazione non è per niente migliorata. 

No panic

Relax and think

Dopo questo colpo di genio delle forbicine. ..ho capito che questa non è la mia solita goffaggine…ma un segno del destino. .che questa giornata sarà difficile.

Sarà dura oggi, mi conviene accelerare. Chiudo le 3 valige  metto cappotto, scarpe da ginnastica e cappello e apro l’applicazione Car to Go.

Dove sono finite le 2 macchine sotto casa? ??

Ben 2 auto…chi le ha prese alle 5 di mattina?  Scherziamo?  

Riverifichiamo. .. Esco dalla App. Rientro. Niente. SPARITE.

Ok scatta piano B

Abbandono le valige a casa, vado a piedi all’altra auto che  vedo a 1km e 200 metri…faccio una bella passeggitina mattutina alle 6 di mattina con -6 gradi percepiti. E poi torno a casa a prendere le valige..

Per ora la giornata è  iniziata così.

Stay tuned per scoprire come procede!

AGGIORNAMENTO ORE 7:00 am

Arrivo in aeroporto con un discreto anticipo ed ho anche il tempo per bermi una tisana calda.

Salgo in aereo con l’unico desiderio desiderio recuperare un’ora di sonno.

Ma non faccio in tempo a sedermi. ..che ho già fatto amicizia con il mio vicino.

Un uomo di circa 40 anni, sorridente non invadente ma molto gentile. 

Cosa scopro dopo 1 minuto di  conversazione ? Che era specializzato nella costruzione di filati di cashmere e che ora ha creato un linea home di coperte di cashmere! Un eccellenza del made in italy e che cerca  un ufficio stile per la prossima collezione! 

Domani andrò a curiosare sul suo sito e se è  interessante ve lo segnalerò! Posso solo dirvi che l’ora di volo, le turbolenze e il sonno mi sono svaniti. Come le Car to Go questa mattina!

Posso parlare di cashmere per ore! Se poi si tratta di un nuovo progetto che potremmo disegnare….già mi immagino le nuove coperte di cashmere nei colori pastello con piccoli ricami d’oro…. ma non vi dico di più…. non ho ancora il lavoro  e già lo sto disegnando!

Comunque arriviamo a Parigi in un soffio, Uber fino all’appartamento per lasciare le valige e renderci presentabili. …vi ho già detto che stiamo ristrutturando la nostra base a Parigi…vero??? Quindi abbiamo affittato tramite AirB&B

OoooooO

Ecco cosa ci siamo trovate davanti. ..

Una minuscola porta. Una casa di una sola dimensione!  Una scala a chiocciola consumata dal tempo senza ascensore e senza fine…

Zennnnn …..rimango zen…… non hanno chiesto se aveva l’ascensore……Carlaaaaa…in Italia…mi sentirà! !

Ma non ho nemmeno il tempo di dire una parolaccia che dobbiamo lavarci uscire e andare 

La fashion week inizia lunedì e la collezione è ancora impacchettata nella nostra valigia!

Volete una preview dei colori del prossimo inverno? 

Il ROSSO sarà il centro del mondo! 

Sarà dura oggi, mi conviene accelerare. Chiudo le 3 valige  metto cappotto, scarpe da ginnastica e cappello e apro l’applicazione Car to Go.

Dove sono finite le 2 macchine sotto casa? ??

Ben 2 auto…chi le ha prese alle 5 di mattina?  Scherziamo?  

Riverifichiamo. .. Esco dalla App. Rientro. Niente. SPARITE.

Ok scatta piano B

Abbandono le valige a casa, vado a piedi all’altra auto che  vedo a 1km e 200 metri…faccio una bella passeggitina mattutina alle 6 di mattina con -6 gradi percepiti. E poi torno a casa a prendere le valige..

Per ora la giornata è  iniziata così.

Stay tuned per scoprire come procede!

Annunci