La ricetta della felicità
image

Questa ricetta sporca le mani, le rende scivolose e provoca un incredibile appagamento olfattivo dato dalla presenza di olio di cocco nell’impasto.

Quanto può fare bene una vacanza ai Caraibi sulla psiche è inutile dirlo, ma quanto possa fare bene impastare questo croccante di mandorle e semi senza farina , vale la pena raccontarlo!

Tra i fioretti di capodanno ve ne erano un paio abbastanza scontati e ripetitivi…

1.       Dimagrire

2.       Fare più sport

3.       Lavorare meno

4.       Dire meno parolacce

5.       Uscire di più con le amiche

6.       Fare più sesso di una suora di clausura

7.       Essere più ordinata

8.       Fare un corso di cucina

9.       Non accumulare troppe lavatrici

10.   Riordinare il cassetto dei medicinali e buttare quelli scaduti

Diciamo che sono passati già 5 mesi ed ancora sono in alto mare…anche se mi salvo in zona Cesarini per aver frequentato 1 lezione di un corso di cucina naturale.

Oggi ho sfidato questa triste giornata grigia milanese e ho provato una ricetta del corso!

IL  PANE DI MANDORLE e  SEMINI vari
image

Per la ricetta esatta bisogna davvero frequentare le lezioni di DANIELA & SUSANNA
http://www.daniandcolf.it e http://www.susannasway.com
Io posso solo farvi vedere cosa fare e cosa NON fare per essere felici.

Dicono che la cucina rilassi… Per me la cucina rilassa solo se cucino per me stessa, e quindi non devo affrontare i commenti dei commensali, e se non scopro a metà ricetta di non aver un ingrediente fondamentale! Altrimenti addio relax e  nervoso a mille!!

Oggi a metà ricetta però ho capito che non avevo un ingrediente…quindi un minimo di stress l’ho accumulato! Voi siate più furbi!

Leggete BENE prima tutti gli ingredienti e procurateveli. Se pensate già di averli, prendeteli e collocateli sul piano di lavoro PRIMA di uscire a comprare gli ingredienti  mancanti, per non accorgervi DOPO essere già rientrati dalla spesa sotto la pioggia di dover uscire DI NUOVO a comprare la farina…che è scaduta da 2 anni! (parlo per esperienza).

Dopo aver disposto TUTTI gli ingredienti sul tavolo ben in vista ( anche il sale, altrimenti lo si ha in casa ma ci si dimentica di metterlo nella ricetta!), si può cominciare ad affrontare il procedimento.

La pima parte di questa ricetta non è altro che una crema di bellezza per le mani, e le rende soffici e vellutate, bisogna sciogliere l’olio di cocco in acqua e sciroppo d’acero…. ed è  bellissimo, un profumo di spiaggia Caribica, un morbidezza delle mani da centro benessere, una felicità totale. Impossibile sbagliare anche per le più impedite…come me!

Dopo aver amalgamato la crema bisogna massaggiare il composto di semi con l’elisir della felicità .

Il mio benessere non è durato a lungo, perché io ho fatto uno degli errori da evitare…che ancora non avevo elencato.

NON sostituire un ingrediente che non avete con un altro che ritenete simile. In questo caso lo psillio con l’agar agar.

Nella ricetta originale erano indicate le bucce di psillio o la farina di psillio. Sinceramente, giuro, di aver cercato sta cosa ovunque, al supermercato ( pur sapendo che mi avrebbero guardata come una pazza), al market biologico ( pensando che non mi guardassero come una pazza…ed invece pure lì mi hanno guardato come una stramba e mi hanno rifilato la AGAR AGAR), ed in farmacia.

La prima farmacia ….mi ha detto che aveva delle bustine di psillio aromatizzate all’arancia o ai mirtilli, da utilizzare come lassativo naturale!!!!!!

Ho declinato l’offerta ed ho proseguito dritta fino ad un’altra farmacia/erboristeria. Loro si sono offerti di procurarmi dei semi di psillio nel giro di 4 ore. Il farmacista era dubbioso sull’uso alimentare del semino e mi ha invitato a tornare e fargli assaggiare il mio pane multi cereali e semi….

Poiché nella ricetta vi era indicato di far riposare il composto il più possibile, ed io avevo ben 4 ore per procurarmi un piccolo e misero ingrediente, ho deciso di tronare a casa e iniziare ad impastare il tutto, e di inserire lo psillio all’ultimo.

Volevo che tutto fosse pronto per una cenetta romantica e sana con il mio fidanzato. Polpettine de quinoa, broccoletti in padella e i pane caldo e croccante di Susanna, a lume di candela.

Dopo aver amalgamato il tutto e averlo messo a riposare, così …nell’attesa, … per ingannare il tempo,… ho contattato Susanna  e Daniela, per sapere se in effetti questo psillio era davvero necessario o se potevo mettere l’agar agar al suo posto.

Ovvio che ho fatto l’errore della vita. Quello che ha definitivamente stroncato la mia carriera di cuoca in famiglia. Lo PSILLIO è il protagonista assoluto della ricetta, senza di lui…sono farina di semi avrei potuto fare…mica un pane morbido e croccante!!

Quindi, anche se non erano passate le 4 ore, mi sono precipitata in farmacia, manco vendessero un farmaco miracoloso per l’eliminazione della cellulite , ed ho ritirato i miei semi di psillio. Il farmacista sorridente mi ha ripetuto che si aspettava di assaggiare il mio pane!! Io ho sorriso ma questa volta ho fatto meno la brillante, sapendo che ormai la perfezione del risultato era già compromessa.

Sono tornata a casa ed ho ammollato i semi di psillio prima di metterli nella preparazione. La muccillaggine che si è creata in 15 minuti era fenomenale. Nemmeno a Rimini ne hanno mai vista un così fitta e disgustosa. Quindi questa pappetta lassativa dalla consistenza gelatinosa era l’ingrediente segreto per compattare e legare tutti i miei semini tra di loro…
image

Mi sono affrettata ad incorporarla ….e poi , su suggerimento della chef, ho dovuto aspettare qualche ora prima cche agisse.

Nel frattempo il mio fidanzato è rientrato, io avevo apparecchiato la tavola e preparato broccoli e quinoa…e mi ha trovato così, spettinata e ammiccante, con semini seri sparsi per tutta la cucina, con l’aria colpevole e misteriosa….

“amore hai preparato Tu la cena?”

“ si caro…” ( ho risposto come la mogliettina ideale di qualsiasi commedia americana)

“ e cosa è quella roba li nel contenitore ?”
image

“ nulla caro, sto preparando anche la colazione!!!!”

Ah…… “e questi semini collosi sparsi ovunque sono necessari?”

”……mmmm … che palle ( ho borbottato sottovoce)…….mmmmm….zennnnnn…….si amore, sono necessari…sono gli ingredienti  della felicità!!! 😉 !!!”

image

Annunci