Malpensa, ore 6:43 am

Perché comprare  una valigia bianca??? È  da pazzi!  L’ho sempre pensato ed ho sempre guardato con invidia e sospetto tutte le persone che incontravo in viaggio e l’avevano.
Invidia, perché per me una valigia bianca è  il simbolo della ricchezza. Se si sporca puoi buttarla e ricomprarla immediatamente, spensieratamente senza pensare al conto in banca.
Sospetto, perché mi chiedo sempre quale tipo di viaggio una persona possa fare per permettersi di viaggiare con una valigia bianca??? Una studentessa di filosofia. ..una di quelle ragazze che viaggiano a 10 metri d’altezza sopra il suolo e quindi non le si sporcano mai le ruote!
Questo mix di sentimenti più una certa nota stridula nella voce, mi hanno sempre accompagnato quando avvistavo  una valigia bianca…finché. …non me ne hanno regalata una!!!!

Ahhhhhhhhhhh

Nella vita non so fingere. So fare tante cose…ma fingere non mi è  possibile! Quindi non so bene cosa è  uscito distintamente dalla mia bocca. ..quando ho aperto il pacchetto…ma sono sicura che fosse qualcosa che suonava…

“Grazie!” ” davvero grazie” …viaggio molto e una valigia serve sempre” , “cioè. ..in verità viaggio per lavoro e non so quando usarla” “bella bianca…luminosa” “sporchevole ma luminosa…prima che si sporchi! ” “a Londra…ogni giorno piove almeno 1 ora…che faccio devo pure comprare l’imberpabile per la valigia?  …” ” però bella, grazie  davvero, la prossima volta nera, ma questa bellissima la tengo” …..” non si può cambiare vero?” ….”no, no, non voglio cambiarla, chiedevo così..è  bellissima bianca!”

Insomma la persona davanti a me…era confusa…ed io…rassegnata. La mia vita è  diversa da quella di una studentessa di filosofia…

Poi un giorno è  successo. Solita sveglia alle 5:43 cerco la mia valigia nera  per partire (quattro ruote rotanti in ogni direzione, impugnatura ergonomica e manico telescopico) e non la trovo!
Dove cavolo l’ho lasciata? Scherziamo?  Perché non ho fatto la valigia ieri sera? Come sempre ora arrivo in ritardo…e poi ECCOLA!  Un’apparizione! 
Bianca, nuova, disponibile!

Sono partita con la valigia bianca piena fino all’orlo e oltre.
image

In metro sono stata attenta che non sbattesse  con le porte, in ascensore non l’ho appoggiata alla parete e in pullman per l’aeroporto ho discusso con il guidatore perché non volevo metterla “sotto” dove si sarebbe completamente sporcata  e rigata.

E poi. ..ho dovuto cedere…sono salita sul Malpensa-Milano, con una tensione incredibile addosso!  Non per il viaggio di lavoro, ne per aver litigato con il mio fidanzato…no no…per una valigia bianca!

Sono arrivata quasi fino all’uscita di Busto Arsizio in totale stato di tensione…fino a quando…ho razionalizzato, ho smesso di trattenere il respiro e mi sono detta : ” è  solo una valigia”
Si sporchera’? Pazienza, significa che sono una donna che viaggia,  che non  studia filosofia ma moda e costume.
Ogni segno sarà come un distintivo. E finalmente la mia valigia parlerà per me. Lavorare nella moda nn significa solo tacchi e volant di chiffon. Io porto scarpe da uomo, una sciarpa sempre al collo e il passaporto in tasca. E da oggi ho una valigia bianca!
Questa valigia alla fine ha tirato fuori il meglio di me! Priorità  alle cose importanti…e se la valigia si sporca …meglio! Chi mi incontra saprà che sono una cittadina del mondo e viaggio solo con il sorriso!
image

Annunci