Strategia Anti Jet Leg

Non è necessario aver fatto il giro del mondo in 80 giorni per sapere cosa è il jet leg.
Basta aver fatto gli spiritosi senza cappotto un giorno sul Frecciarossa Milano-Roma, prendere un colpo di freddo e beccarsi una bella influenza intestinale che ti lascia 2 notti in bagno…o basta essere studenti universitari e ritrovarsi a 2 giorni dall’esame senza aver ancora aperto il volume secondo del corso.
Il giorno dopo un viaggio intercontinentale da OVEST a EST ..ci si sente come un pigiama dopo la centrifuga in lavatrice o come un milanista dopo la finale a Instambul del 2005.
L’abbattimento più assoluto e una stanchezza magnetica che trattiene il corpo incollato al letto. …e le palpebre incollate agli occhi.

In particolare su di me l’effetto è devastante. ..occhiaie …gonfiore addominale…ma soprattutto ….sonnolenza…appisolamenti imbarazzanti anche durante riunioni con il capo, tragitti sui trasporti pubblici e privati!

Il mio orologio biologico interno e quello esterno vanno in conflitto come un file Mac su un sistema Windows.
Per i miei ultimi spostamenti internazionali ho dovuto trovare dei rimedi drastici.
Il mio obiettivo è di cercare di anticipare il cambio fuso il giorno prima di partire e costringermi ad un sonno forzato e benefico in aereo.

L’obiettivo finale è di arrivare nel paese di accoglienza con gli occhi aperti e vigili…. anche se gonfia e accartocciata (perché in ogni caso il viaggio in classe economy è inevitabile)
Nel caso specifico oggi devo partire per TOKYO da MILANO
Il volo è previsto per le 14:00 ora Italiana che corrisponde circa alle 23:00 ora giapponese. Mi sono quindi presentata in aeroporto in pigiama, già cenata e sono sveglia da più di 20 ore.. ondeggio visibilmente e non oso sedermi sulle poltroncine per paura di un colpo di sonno improvviso.

image

Ho deciso di fare nottata sveglia….pur non avendo nessuna bella influenza intestinale….in modo da essere costretta a dormire per le prossime 10 ore di aereo…

Ma cosa potevo fare tutta la notte? Alcuni maliziosi già ammiccano…ma no…mi sono prefissata delle attività utili ed anche creative e decisamente necessarie.
1. CENA ho posticipato la cena nel bel mezzo della notte…e ho cucinato peperoni per accertarmi di rimanere sveglia l’altra parte della notte per digerire!
2. VALIGIA ho posticipato anche la fase valigia per la nottata….non è stata una delle cose più intelligenti dà fare…perché nel momento che ti accorgi che hai finito il dentifricio. .trovalo uno che ti vende dentifricio alle 5 della mattina!
3. DVD ho iniziato subito con un bel film di violenza e paura in modo da non avere voglia di spegnere la luce
4. LAVORO. Mi sono tenuta del lavoro da fare…ma non il noioso riempimento di tabelle….mi sono inventata di produrre braccialetti di cashmere rock…

Ecco qui cosa ha prodotto una notte l’insonnia!
image

Braccialetti in 100% cashemre e bulloni!
Che ne dite? Sono bellissimi vero? La cosa più figa….è che suoneranno sicuramente ai controlli di sicurezza…così ora mi tocca sbrigarmi perché devo arrivare una mezz’ora prima per toglierli tutti…ne ho fatti 5!!

Per la foto dell’uomo che dorme l’ho presa qui :
http://www.corriere.it/inapp/index.shtml?logged=false&returnUrl=http://www.corriere.it/cronache/09_luglio_20/dormire_aeroporto_81eaa66c-7508-11de-95fa-00144f02aabc.shtml

image

Annunci